Le aziende informatiche ci sono, e sono sempre alla ricerca di sviluppatori. Anche tu, se non sbaglio, stai cercando programmatori da qualche settimana. E non ne trovi.

Il problema non è Trento, non è Rovereto.
Il problema è che l’Italia ha un mercato del lavoro rigido e costoso: se sei un dev interessato ai soldi (netti in busta) e sai programmare, non ti conviene restare qui. All’estero guadagni per sei volte, o per dieci volte (certo, non hai tutele. certo, non hai ferie. certo, l’ambiente è diverso).

Le persone non restano a Trento (o a Brescia) perchè apre la IBM o Apple o una sede di Facebook. Le persone restano perchè c’è un lavoro che paga abbastanza, perchè trovano un ambiente lavorativo stimolante, perchè l’affitto costa poco, perchè ci sono cose da fare la sera e nel weekend, perchè i fattori extra-lavorativi sono favorevoli (si mangia bene, si sta tranquilli, …).

Sui fattori economici è difficile lavorare (molte variabili dipendo dallo stato e dalla pressione fiscale). Le singole città potrebbero lavorare su altri fattori per trattenere i giovani migliori, ma raramente lo fanno. Da azienda, quello che possiamo fare è cercare di lavorare su quelli extra economici.

CEO @gummyindustries, Co-founder @TalentGarden, ex-Expo, digital business designer. https://www.gummyindustries.com/clickthisweek

CEO @gummyindustries, Co-founder @TalentGarden, ex-Expo, digital business designer. https://www.gummyindustries.com/clickthisweek